Sfreccia ad alta velocità davanti ai carabinieri, poi fugge a piedi nei campi: arresto per un 29enne a Rio Saliceto

Un 29enne abitante a Modena è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Guastalla, con l’accusa di violenza, minaccia a resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Gli stessi militari, la scorsa notte, lo hanno notato sfrecciare ad altissima velocità nei pressi di un distributore di benzina di Rio Saliceto, dove stavano effettuando un normale controllo alla circolazione stradale. Alla vista dei Carabinieri il conducente, anziché rallentare la folle corsa della Fiat 500 per sottoporsi al controllo, ha repentinamente arrestato il veicolo ed è fuggito per i campi. Le ricerche eseguite dai Carabinieri di Guastalla, a cui sono giunti in ausilio anche quelli della vicina Stazione di Fabbrico, hanno consentito di lì a poco di rintracciare il giovane in un vigneto poco distante dove si era nascosto.

Non contento, una volta fermato, l’uomo ha iniziato ad inveire contro i militari, insultandoli con gravi epiteti e usando violenza nei loro confronti. Non solo. Riusciti a riportarlo solo momentaneamente alla calma, una volta in caserma a Guastalla ove era stato accompagnato per gli accertamenti, il giovane ha ripreso a minacciare, offendere e usare violenza, prendendo addirittura a calci e danneggiando una porta della sala d’aspetto. Dinanzi a tali evidenze, una volta compiuta la sua identificazione, ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Guastalla non è rimasto altro da fare che procedere all’arresto del giovane, ora in attesa dell’udienza di convalida.

nsr