Salvini a Reggio Emilia lancia la Borgonzoni. “Il 26 gennaio sarà la liberazione dell’Emilia-Romagna”

Nel cuore del centro storico, Sotto Broletto il leader della lega Matteo Salvini, ha tenuto oggi un comizio davanti a circa 1.500 persone lanciando ufficialmente la candidatura di Lucia Borgonzoni a presidente della Regione Emilia Romagna.

Immigrazione, welfare e sanità fra i temi principali toccati dal Salvini, temi caldi e particolarmente sentiti, che colpiscono la pancia dei cittadini. Il pubblico presente al comizio in alcuni momenti dall’applauso è passato a una vera e propria ovazione.

Inevitabile un accenno ai recenti risultati in Umbria: “Se abbiamo vinto in Umbria dove da 50 anni votavano a sinistra, possiamo farcela anche qui. Non abbiamo paura delle terre rosse. Da Perugia a Terni ho incontrato molte persone che mi hanno detto che fino a poco fa votavano sinistra. Ma la vecchia sinistra oggi schiferebbe Bonaccini e Renzi. L’Emilia-Romagna è di tutti, riprendiamocela!!”.

La Borgonzoni, dopo aver cavalcato gli stessi temi di Salvini, sul tema della sanità ha lanciato uno strale a Bonaccini: “Un messaggio per Bonaccini è che la migliore regione dal punto di vista della sanità è il Veneto. Basta raccontare bugie. Mentre lui continua a inaugurare opere non terminate, io sono in mezzo alla gente, come sto facendo anche ora”.

Terminato il comizio è iniziata la lunga coda di selfie con Salvini da postare sui propri social. Il leader del Carroccio non se n’è lasciato scappare uno. Anche quella è propaganda politica.

Fabio Zani