Reggio Emilia ha celebrato i Martiri del 7 Luglio. #Fotogallery

Si è svolta questa mattina a Reggio Emilia la celebrazione in memoria dei Martiri del 7 Luglio 1960 – Lauro Farioli, Ovidio Franchi, Emilio Reverberi, Marino Serri e Afro Tondelli – caduti in difesa dei diritti, della libertà e della democrazia.

Il programma della celebrazione – promossa da Comune di Reggio Emilia, Provincia, Cgil, Cisl e Uil, Anpi, Alpi-Apc, Anppia, Istoreco e Comitato democratico e costituzionale – ha rispettato il seguente protocollo organizzato:

Ore 9 Tecnopolo, piazzale Europa 1
Sangue del nostro sangue’ Ritrovo presso la lapide dei Caduti del 28 luglio 1943. Camminata con narrazioni su alcuni luoghi della memoria legati ai fatti del 7 Luglio fino a piazza Martiri 7 Luglio. Promosso da Casa Bettola in collaborazione con Istoreco

Ore 10 Cimitero Monumentale
Omaggio alle tombe dei Caduti da parte dei rappresentanti istituzionali, sindacali e delle associazioni partigiane.

Ore 10.45 Piazza Martiri 7 Luglio
Deposizione di una corona al cippo dedicato ai Martiri del 7 luglio, alla presenza di Gonfaloni e Labari.
Percorso sulle Pietre d’inciampo in memoria dei Caduti, poste nei cinque punti di piazza Martiri del 7 luglio 1960, in cui i giovani dalle Magliette a strisce furono colpiti.

Ore 11 Giardini pubblici, piazza della Vittoria
Interventi di:
Luca Vecchi sindaco di Reggio Emilia
Giorgio Zanni presidente della Provincia di Reggio Emilia
Ettore Farioli figlio di Lauro Farioli
Massimo Mezzetti assessore regionale alla cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità partigiano e direttore di Critica marxista

Questa sera, alle ore 21.30 Arena presso lex StalloniGiusti’ , verrà proiettato il film documentario di Matthias Durchfeld e Andrea Mainardi.

A seguire proiezione del film documentario ‘Senza rossetto’ di Silvana Profeta e Emanuela Mazzina. Promosso da Arci Reggio Emilia, in collaborazione con Istoreco e Regesta. Exe e Archivio audiovisivo del Movimento operaio e democratico. Ingresso libero.

nsr
(Foto di Fabio Zani)