Polizia Locale Unione Val d’Enza: prima uscita pubblica a Calerno per il nuovo comandante Davide Grazioli

www.nextstopreggio.it

Da sinistra Carlo Perucchetti, Davide Grazioli e Fabrizio Ferri

Prima uscita pubblica per Davide Grazioli, nuovo Comandante della Polizia Locale Unione Val d’Enza lo scorso 18 gennaio alla Sala Civica di Calerno. Presenti anche il sindaco di Sant’Ilario Carlo Perucchetti, il presidente dell’Unione Val d’Enza Luca Ronzoni e l’assessore alla sicurezza del Comune di Sant’Ilario Fabrizio Ferri.

Nel suo intervento il sindaco Carlo Perucchetti ha introdotto la serata ribadendo l’importanza della scelta fatta dai sindaci dell’Unione di dividere in tre il territorio per garantire una copertura più efficace di tutta l’area. L’assessore alla sicurezza Fabrizio Ferri ha presentato la novità del progetto “CITTADINANZA ATTIVA” in fase di svolgimento con le scuole dell’Istituto Comprensivo di Sant’Ilario in sinergia con Polizia Locale, Carabinieri e Polizia Stradale.

Ha poi preso la parola Davide Grazioli che ha presentato il piano di riorganizzazione del corpo della Polizia Locale con la suddivisione in tre sub-ambiti. Rispondendo alle domande degli intervenuti ha illustrato la nuova organizzazione del corpo da lui diretto e fornito alcuni dati sul loro operato.

La riorganizzazione prevede lo smistamento dei trenta agenti attualmente in forza in tre sub-ambiti omogenei per popolazione e territorialità, il comune di Sant’Ilario sarà in quello nord, con Campegine e Gattatico, al quale saranno dedicati dieci agenti in totale, quattro dei quali destinati al solo comune di Sant’Ilario.

Il fatto di avere trenta agenti è fondamentale perché permette di accedere a finanziamenti regionali.

Il corpo sarà poi necessariamente soggetto a specializzazioni in modo tale da rispondere in maniera sempre più precisa e professionale ai tanti compiti che gli sono assegnati. Le casistiche alle quali deve rispondere spaziano su campi molto vasti, dal benessere animale all’edilizia, dal commercio all’infortunistica.

Nella visione di Grazioli poi l’agente dovrà necessariamente tornare a recuperare quel rapporto con il cittadino che si è un po’ attenuato nel corso degli anni. Da qui l’idea di assegnare gli agenti in maniera stabile al sub-ambito e di dedicare un monte ore esclusivamente al ricevimento dei cittadini che così potranno dare o ricevere informazioni su questioni legate a eventuali contravvenzioni, edilizia, commercio, benessere animale, ambiente e tante altre.

Il neo comandante ha poi elencato qualche dato significativo sull’aumento di alcuni servizi effettuati nel 2022 rispetto al 2021, quali pattugliamento e posti di controllo, controlli sulla viabilità, accertamenti dei divieti di sosta, servizi davanti alle scuole e altri che dimostrano come i suoi primi mesi di lavoro stiano portando frutti tangibili.

La serata è stata poi l’occasione per ribadire l’importanza fondamentale della collaborazione fra cittadinanza e forze dell’ordine essendo il cittadino il miglior occhio per un controllo puntuale del territorio.

L’intenzione dell’amministrazione comunale e del comandante Grazioli è quella di replicare il medesimo incontro a Sant’Ilario per ampliare la rete di conoscenze e permettere ad altri cittadini di entrare in contatto con il nuovo piano operativo della Polizia Locale.