La Reggiana in Serie B dopo 21 anni! Sconfigge il Bari 1-0 grazie al gol di Kargbo. Esulta Quintavalli. Le felicitazioni del Presidente della Provincia Zanni

La Reggiana dopo 21 anni torna in Serie B. Era dal 1999 che si attendeva questo momento e ora la il sogno è diventato realtà.
La finale playoff è stata vinta 1-0 contro il Bari allo Stadio Città del Tricolore. Al 50′ decide di testa Kargbo: il 20enne del Sierra Leone si conferma l’uomo dei playoff.
I granata s’iscrivono alla B 2020/21 insieme al Monza, Vicenza e Reggina.

Al termine della partita, i tifosi fra clacson, bandiere granata e grida esultanti, hanno invaso le vie della città e del centro per festeggiare il traguardo.

Esulta il Presidente Luca Quintavalli che sui social scrive: “Eravamo già da B ancor prima di giocarci questa finale… solo che il regolamento ci imponeva di farlo.
Era quello che sentivo nel cuore da Qualche settimana al punto di aver vissuto i play off con serenità e la consapevolezza che i sacrifici fatti avrebbero ripagato. Volevamo giocare perché sapevamo di valere. Un regalo più grande la città non poteva farmelo e neppure la squadra e neppure i miei soci: siamo felici. Sono stanco e ho poche parole. La felicità si racchiude nelle piccole cose. C’è chi la cerca nel Mondo perché non sa riconoscerla nel paesino dove è nato e c’è chi crede che le Imprese siano solo per i grandi esploratori. Invece no. Abbiamo dimostrato cosa vuole dire credere e lottare per un obiettivo, portare avanti le idee sane e pulite di una città intera non solo sportiva, fatta di persone perbene: oggi siamo un esempio. Un esempio per chi non crede nella magia dei sogni, un esempio per chi sta per mollare, un esempio per chi ha subito e non confida in se stesso. NON MOLLATE MAI. NOI ABBIAMO ANCORA GLI OCCHI A CILIVERGHE, MA SIAMO IN B.
Quando regalai questa foto ad Amadei, scattata lo stesso giorno di fondazione dell Immergas il 5 Febbraio del 1964 dissi al patron davanti alla squadra Riunita nell auditorium: “Amadei, questa Reggiana del 1964 venne promossa in B: conservi questa foto perché avrà un valore speciale”. Sono felice di avergliela regalata, perché Lui ha creduto in noi ed insieme abbiamo creduto in quel sogno che anche in quell anno rese onore alla città del Tricolore.
NON POSSO CHE REGALARE AD OGNUNO DI VOI UN ABBRACCIO FORTISSIMO: LO STESSO CHE HO RICEVUTO STASERA DA MILLE BRACCIA ANSIOSE DI GOL.
VI VOGLIO BENE. IL PRES ❤️❤️1️⃣9️⃣1️⃣9️⃣⚽️⚽️🇱🇻”

Fra i primi ad esprimere felicitazioni per il successo ottenuto, il Presidente della Provincia di Reggio Emilia Giorgio Zanni: “Tutta la provincia di Reggio Emilia festeggia insieme alla Reggiana questa splendida promozione in serie B, conquistata al termine dell’avvincente finale con il Bari: è un successo che premia una società seria, un tecnico preparato ed un gruppo di giocatori che, dal primo all’ultimo, hanno portato a termine una stagione davvero esaltante, sia prima sia dopo il lockdown”.
“Proprio il difficile contesto emergenziale – che non dobbiamo mai dimenticare – nel quale questo trionfo è maturato -prosegue Zanni-, rende ancora più significativo il brillante risultato sportivo conquistato, ma soprattutto regala alla nostra comunità un momento di gioia condivisa, di cui tutti avvertivamo un gran bisogno.

Per l’intera stagione la Reggiana ha entusiasmato i reggiani, che anche in quest’ultimo scorcio di campionato a porte chiuse l’hanno ricambiata con grande e caloroso affetto: non solo per le indiscutibili capacità tecniche, ma anche per l’impegno, la serietà e la dedizione che i ragazzi guidati da Max Alvini hanno dimostrato e che capitan Spanò ben rappresenta. Questa promozione è dunque, innanzitutto, il frutto di un duro lavoro quotidiano, fatto di sacrifici, passione e ‘anima’: in poche parole di quella laboriosità emiliana che ogni giorno si esprime in tante famiglie e in tante imprese reggiane”.
“In questa gloriosa cavalcata verso la serie B, ci piace ricordare anche l’iniziativa che, come Provincia, abbiamo realizzato insieme alla società granata e con il sostegno di Emilbanca: legare per una sera il nome e lo stemma della Provincia alla squadra di calcio amata da tutti i reggiani, come abbiamo fatto con le storiche maglie del Centenario indossate nella vittoriosa sfida con il Padova lo scorso dicembre. Maglie che poi, nei duri mesi del lockdown, ci hanno permesso, attraverso un crowdfunding, di raccogliere oltre diecimila euro per la Croce Verde di Reggio Emilia, impegnata nell’emergenza sanitaria. A conferma dei positivi valori, non semplicemente sportivi, che contraddistinguono la società granata.

“A nome di tutta la comunità reggiana dunque -conclude Zanni-, le felicitazioni più calorose e un grazie davvero di cuore ai giocatori, a Max Alvini, ai presidenti Luca Quintavalli e Romano Amadei e a tutto lo staff tecnico e dirigenziale della Reggiana”.

nsr
(Foto di Fabio Zani)