“Dpcm illegittimo”, multa annullata: Sentenza del Giudice reggiano De Luca crea un precedente importante in Italia

Il 13 marzo di un anno fa, in pieno lockdown, un uomo e una donna furono fermati dai Carabinieri durante un controllo in strada a Correggio per verificare il rispetto delle restrizioni imposte dal DPCM emanato dall’allora Premier Giuseppe Conte.La coppia compilò il modulo di autocertificazione richiesta, dichiarando di recarsi a sottoporsi ad esami clinici necessari per la donna, mentre l’uomo l’accompagnava. Quindi uno spostamento giustificato rientrante fra i motivi di salute.
Peccato che i successivi controlli dei militari abbiamo portato alla luce la non veridicità di quanto attestato dalla coppia facendo scattare la denuncia alla Procura reggiana per violazione del DPCM in vigore allora.

Da lì l’iter processuale fino alla sentenza 54/2021 di Di Luca che assolve la coppia perchè “il fatto non costituisce reato”, sancendo in sostanza l’illegittimità del Dpcm.

Secondo il Giudice la coppia avrebbe dichiarato “un falso inutile, poiché proprio in forza di tale decreto, ciascun imputato è stato ‘costretto’ a sottoscrivere un’autocertificazione incompatibile con lo stato di diritto del nostro Paese e dunque illegittima”. “Nel nostro ordinamento giuridico -sviscera ulteriormente De Luca-, l’obbligo di permanenza domiciliare consiste in una sanzione penale restrittiva della libertà personale che viene irrogata dal giudice penale per alcuni reati all’esito del giudizio”. “Poichè trattasi di Dpcm, cioè di un atto amministrativo, il giudice ordinario non deve rimettere la questione di legittimità costituzionale alla Corte costituzionale, ma deve procedere, direttamente, alla disapplicazione dell’atto amministrativo illegittimo per violazione di legge”.

La Sentenza del giudice reggiano De Luca crea un importante precedete storico in Italia. Ora sarà interessante vedere cosa accadrà di fronte alle nuove restrizioni e quanti cittadini faranno appello verso eventuali condanne alla luce della Sentenza di De Luca.

nsr