Aragona (FdI): “Noi, al fianco della famiglia tradizionale”

“Fratelli d’Italia è a fianco delle mamme e dei papà che ancora decidono di fare figli e scommettere sul futuro non solo dell’Italia ma prima di tutto della nostra Emilia-Romagna”. A dirlo è il candidato al consiglio regionale Alessandro Aragona (Fratelli d’Italia), che ribadisce il suo sostegno alla famiglia tradizionale elaborando una serie di proposte per le coppie con bambini.

“Per incentivare la famiglia occorre potenziare lo strumento del mutuo sociale per chi vuole sposarsi e costruire una famiglia – spiega Aragona – prevedendo forme di garanzie pubbliche a sostegno delle giovani coppie che scelgono di unirsi in matrimonio. Oltre a ciò occorre studiare un piano al fine di calare le addizionali IRPEF per le famiglie numerose.
Queste sono solo alcune delle proposte sulle quali lavoreremo una volta insediati in Regione”. 

“I nostri valori sono quelli della famiglia tradizionale, e vogliamo difenderne il ruolo e l’importanza sociale in un contesto nazionale in cui le nascite sono in forte calo – continua – avere figli è un lusso che in pochissimi si possono permettere, con il rischio sempre più concreto di andare incontro a gravidanze geriatriche ed eventuali pericoli per il bambino. Siamo contrari alla legge regionale contro l’omotransnegatività, che contestiamo non per le indubbie finalità meritorie di mettere un freno alle discriminazioni sessuali, ma perché il provvedimento non è altro che una foglia di fico per introdurre corsie preferenziali a favore delle associazioni che traggono profitto e rilevanza dalla norma. L’ente pubblico Regione, in questo modo, non si fa garante del pluralismo delle opinioni ma ne sposa una ben precisa, quella arcobaleno, condannando e reprimendo tutte le altre.

Riteniamo ciò inaccettabile: le istituzioni dovrebbero essere super partes e limitarsi all’applicazione di quelle disposizioni che già tutelano le vittime di discriminazione e bullismo. Quando saremo in Regione metteremo mano alla legge affinché la famiglia tradizionale sia protetta e salvaguardata”, conclude.

f.p.