Maxi sequestro di abbigliamento sportivo taroccato sul Napoli

In occasione dell’incontro di calcio Sassuolo – Napoli, nei pressi del “Mapei Stadium – Città del Tricolore”, la Guardia di Finanza di Reggio Emilia, ha approntato un dispositivo antibagarinaggio ed anticontraffazione.

Numerose pattuglie, sia in uniforme che in abiti civili, hanno controllato, sin dal primo pomeriggio, le aree adiacenti il “Mapei Stadium”, le zone di parcheggio attigue e le vie di accesso allo Stadio sottoponendo a controllo centinaia di persone ed operatori economici. Nel corso di tali attività i Finanzieri del Nucleo Polizia Economico-Finanziaria di Reggio Emilia hanno individuato 3 napoletani, di età compresa tra i 50 ed i 60 anni che ponevano in vendita, con appositi banchetti allestiti nei pressi dello stadio, prodotti di abbigliamento ed accessori (magliette, cappelli, sciarpe, ecc.) riconducibili alla società sportiva “SSC Napoli”, palesemente contraffatti.

I tre soggetti responsabili sono stati denunciati alla locale Autorità Giudiziaria per violazione delle norme di legge a tutela dell’autenticità dei marchi. La merce sequestrata, pari ad oltre 800 capi, se immessa sul mercato avrebbe permesso di conseguire illeciti ricavi per oltre 10.000 euro e sarebbe stata pericolosa per la salute, in quanto non offriva alcuna delle garanzie previste dalla legislazione vigente.

nsr