Premiati a Reggio i vincitori del Premio “Innovatori Responsabili” della Regione Emilia-Romagna.

Aziende, cooperative sociali, associazioni di imprese e di rappresentanza senza scopo di lucro, Comuni e Camere di Commercio di tutta l’Emilia-Romagna protagonisti di un Premio che mette in valore e promuove la cultura dell’innovazione responsabile, i diritti di lavoratori e lavoratrici, la sostenibilità ambientale e sociale.

Arrivato alla quarta edizione, il Bando Er.Rsi della Regione Emilia-Romagna ha compreso tra i progetti candidabili al Premio -coerenti con gli obiettivi globali delineati dall’Agenda ONU 2030- anche quelli mirati all’obiettivo 5 “Raggiungere l’eguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze”, a cui va un riconoscimento GED (Gender Equality and Diversity Label) così come stabilito dalla Legge quadro regionale 6/2014 per la parità e contro le discriminazioni di genere.

“Madrina” della premiazione GED Roberta Mori, che ha partecipato alla valutazione delle candidature in qualità di presidente della Commissione Parità e Diritti dell’Assemblea Legislativa e, oggi, ha affiancato l’assessora alle attività produttive Palma Costi nella cerimonia tenuta presso gli spazi della Polveriera di Reggio Emilia.

«Consegniamo quattro Premi e due Menzioni GED 2018 ad altrettanti progetti che le organizzazioni da quest’anno in poi possono candidare a questo specifico riconoscimento.» – ha dichiarato Mori – «Del resto, realizzando politiche di genere strutturali in ogni campo, la Regione sta assumendo concretamente un principio: che l’eguaglianza tra donne e uomini, nel lavoro come nella partecipazione sociale e nella cura famigliare, connota la responsabilità sociale d’impresa perché contribuisce alla qualità del presente e alla sostenibilità del nostro futuro».

I PREMI E MENZIONI GED 2018 vanno a DIG-B Srls–World Wide Women di Bologna, Ascom Servizi Srl di Ferrara, IMA Spa sede Ozzano Emilia (BO), Comune di San Mauro Pascoli (FC), MAW Men at work Spa sede di Reggio Emilia, Tice Cooperativa Sociale di Piacenza.

nsr

(Nella foto di gruppo, i progetti premiati e le motivazioni)