Dai controlli della Polizia Stradale sanzionati numerosi veicoli privi di assicurazione

Il 1 giugno del 2015 è entrata in vigore la normativa riguardante la dematerializzazione dei documenti assicurativi, tra cui il tagliando assicurativo degli autoveicoli e l’attestato di rischio, importante passo avanti per quanto attiene all’innovazione tecnologica e informatica nel campo delle assicurazioni.

Il processo di dematerializzazione del contrassegno assicurativo, che ora non è più cartaceo (e, quindi, non va più esposto sul veicolo), ha comportato per le Forze dell’Ordine, un diverso approccio finalizzato alla verifica della regolare copertura assicurativa dei veicoli in circolazione oggetto dei controlli su strada.

Raffrontando i dati dei primi 10 mesi di quest’anno, sono stati sanzionati oltre 100 veicoli in più rispetto ai controlli esperiti nel medesimo periodo dell’anno precedente, passando così da 161 a 269 dei mezzi sottoposti a sequestro finalizzato alla confisca poiché posti in circolazione privi di copertura assicurativa obbligatoria.

Nella consapevolezza della pericolosità che tali comportamenti vengono ad arrecare, anche in occasioni di incidenti stradali con conseguente difficolta in ambito risarcitorio, gli Agenti della Polizia Stradale di Reggio Emilia, hanno intensificando i controlli.
Negli ultimi giorni alcuni casi hanno evidenziato ulteriormente la particolarità del fenomeno della circolazione di veicoli privi della copertura.

Nel corso della mattinata, durante un posto di controllo eseguito lungo la via Emilia SS.9 a Reggio Emilia, il conducente di una potente Porsche Cayenne diretto verso il centro cittadino, alla vista degli Agenti della Stradale, al fine di eludere il controllo, si portava a forte velocità su una via laterale, ove iniziava immediatamente un inseguimento che si protraeva sino al blocco del veicolo e l’identificazione del conducente.

L’uomo, proprietario del veicolo stesso, residente nella provincia di Modena, risultava avere il veicolo privo della copertura assicurativa e della revisione periodica.
Inoltre veniva appurato che il Porsche Cayenne era già stato oggetto di provvedimento di fermo amministrativo in conseguenza di mancati versamenti di proventi nei riguardi della Pubblica Amministrazione.

Al termine degli accertamenti al conducente venivano contestati diversi illeciti amministrativi per un importo massimo di €7,173 oltre al sequestro ai fini di confisca del veicolo condotto.

In un altro posto di controllo, eseguito questa volta lungo via dei Gonzaga, gli Agenti della Stradale fermavano un’autovettura Alfa Romeo diretta verso il centro abitato, ed alla guida si trovava il proprietario stesso, residente in provincia. Da un controllo eseguito presso i terminali della sala operativa, si poteva rilevare come il veicolo condotto fosse privo di copertura assicurativa.
I problemi per l’uomo non finivano poiché i poliziotti accertavano che lo stesso, si era posto alla guida del veicolo che risultava già sequestrato mesi prima perché posto in circolazione sempre senza copertura assicurativa. Altri accertamenti hanno consentito di appurare come il soggetto controllato avesse accumulati negli ultimi anni diverse sanzioni per aver circolato sempre senza copertura assicurativa.

Al termine degli accertamenti gli Agenti della Stradale di Reggio Emilia, oltre a sottoporre nuovamente il veicolo a sequestro, ritiravano la patente di guida del conducente per la sospensione, oltre ad elevare alcuni verbali di contestazione per un importo pari al massimo € 5.700.

nsr